Author Archives: Giordana Francini

come-promuovere-la-tua-app

5 consigli pratici per promuovere la tua app

Ci sono oltre un milione e mezzo 1 di app diverse in ognuno degli store principali, Apple Store e Google Play. Questo significa che le possibilità che qualcun altro nel mondo abbia avuto la tua stessa idea sono concrete (senza nulla togliere alla tua creatività, guardo solo i numeri!)

come-promuovere-la-tua-app

Non voglio entrare nel merito dell’applicazione in senso stretto, immagino che sia stata pensata e sviluppata tenendo ben a mente le necessità di utilizzo delle persone.
Occupiamoci invece di capire meglio come pianificare la fase di promozione dell’app. In base a cosa decido come pubblicizzare la mia app?

  1. Le app diverse sono circa un milione e mezzo mezzo per ogni store principale. FONTE DATI: Apple financial quarter e Google Play

3 consigli per aumentare le condivisioni per i post del tuo blog

Se possiedi o curi i contenuti di un blog sai quanto sia complessa la sfida delle condivisioni. Parte tutto da lì. Quale argomento potrebbe interessare maggiormente i miei lettori? Con cosa potrei scatenare condivisioni sui social come se non ci fosse un domani?

Voglio subito portarti con i piedi per terra: non esiste una regola precisa.

Ci sono blog autorevoli, seguiti da moltissimi utenti che raccolgono relativamente poche condivisioni e inspiegabilmente potresti trovare molte condivisioni su quel post che hai scritto senza troppa convinzione.

Insomma le persone non seguono comportamenti prestabiliti, non possiamo preventivare quale sarà la loro reazione, non possiamo sapere se quel determinato post riceverà tante condivisioni, tanti commenti e un seguito; possiamo solo mettere in pratica qualche suggerimento utile e dare sempre il massimo!

Veniamo quindi ai consigli per ottenere più condivisioni dei tuoi post sui social:

#1 Sii onesto e nessuno si farà del male… dove e come hai messo i bottoni social?!

3 consigli per aumentare condivisioni post sui social

3 consigli per aumentare condivisioni post sui social

A volte ci si arrovella il cervello su dettagli che crediamo possano fare la differenza e poi ci siamo dimenticati le basi… ehhh si, può succedere anche ai migliori.
Ti impegni per trovare gli argomenti più interessanti, più cool e hot del momento. Fai notte sulla tastiera per comporre i pezzi più armonici, interessanti, divertenti, istruttivi che la blog-letteratura abbia mai proposto. Sei talmente avanti che mica scrivi a caso, ma scrivi ottimizzando il tuo post per i motori di ricerca… e poi una volta pubblicato: il vuoto.

come ottimizzare campagne adwords per mobile

Come ottimizzare una campagna di Google Adwords per mobile

Che Google stia dando molta importanza ai siti mobile, ormai è un dato di fatto. Stiamo tutti aspettando il 21 aprile per vedere le modifiche del ranking per i siti mobile dovuti all’aggiornamento dell’algoritmo del motore.

Oggi però ci vogliamo concentrare su come ottimizzare le campagne Adwords destinate ai device mobili.

come ottimizzare campagne adwords per mobile

Be-wizard 2014

Be-wizard 2014, riflessioni a posteriori

Siamo appena rientrati in ufficio dopo una due giorni di formazione al Be-wizard (e un giorno per riprenderci, lo ammettiamo!). Le idee sono chiare e gli spunti sono stati illuminanti, quindi ora vogliamo mettere in pratica quello che abbiamo imparato ma prima… facciamo un po’ il punto della situazione!

Be-wizard 2014

I lavori si sono aperti venerdì mattina – in una sala megagalattica… poltrone comodissime, prese della corrente sotto ogni poltrona, palco enorme per i relatori più irrequieti… – Enrico Pozzi ha aperto il convegno lasciando la parola ai grandi big della mattina: un’introduzione di Paolo Zanzottera che ha presentato ogni relatore con una carta d’identità “web-markettara”!

Il primo speaker sul palco della sala plenaria è stato David Meerman Scott, autore di alcuni dei più venduti libri sulle nuove metodologie del marketing. La sua parola chiave? “Humanize your business”, Meerman Scott, ci ha portato esempi brillanti per comprendere quanto sia fondamentale lato azienda reagire in tempo reale e applicare modelli di comunicazione adatti a quello che l’utente si aspetta! Le aziende si impegnano a ideare e mettere in pratica strategie di marketing per i prossimi mesi ma… la strategia migliore è nel “just time”! Tempismo e umanizzazione, quindi velocità e agilità.

Il secondo intervento, attraverso un video direttamente dalla Silicon Valley, è stato di Avinash Kaushik, Digital Marketing Evangelist di Google, una presenza ormai fissa del be-wizard e una certezza di contenuti! La sua parola chiave è stata Marketing conversazionale, parliamo dunque di social e di tassi di conversazione, di amplificazione e di applauso.

Terzo relatore a salire sul palco del Be-wizard 2014 è stato Justin Cutroni, Digital Analytics Evangelist di Google Analytics, ci ha illustrato le 3 P della Digital Analytics: Persone, Processi e Piattaforme. Bisogna poter contare sulle Persone giuste e sapere mettere in atto i Processi migliori, tutto questo utilizzando le Piattaforme giuste! Parola chiave? People Segmentation. “Concentratevi sulla segmentazione dell’utenza piuttosto che sulle sessioni!”.

Chiude la prima mattinata Greg Jarboe, autore di best seller sul mondo Youtube e grande uomo di marketing. E’ partito da una cartina del mondo del 1506 per spiegare la potenza del portale di video, che è diventato il secondo motore di ricerca dopo Google. Ha detto anche una grande verità, i neologismi, le parole che non hanno ancora generato volumi di traffico sul motore di ricerca sono una risorsa, Google dichiara che il 15% delle ricerche, effettuate ogni giorno, non sono mai state fatte prima!

Nel pomeriggio, si sono aperte le 4 sessioni, che sono continuate anche sabato mattina: turismo, welcoming cities, e-commerce, re-marketing. Noi abbiamo saltellato dall’aula e-commerce al re-marketing, vediamo quali grandi verità sono uscite.
Nella sala e-commerce, modearata dalla brava Sara Baldinacci, i lavori sono stati aperti da Paolo Zanzottera, che ci ha spiegato come sfruttare le analytics per vendere attraverso il nostro e-commerce e ci ha illustrato i due processi PDCA e Ga.De.Mo. per migliorare il rendimento dello store online.
Dopo di lui è salito in cattedra Daniele Vietri che ha trattato l’argomento ecommerce, partendo dal presupposto che l’utente che entra in negozio, potrebbe poi anche essere lo stesso che acquista attraverso l’e-commerce. Se il nostro cliente non ha alcun problema a diversificare le piattaforme attraverso cui consuma la sua esperienza d’acquisto, perchè mai dovrebbe farlo il negozio?! Cerchiamo di vedere l’ecommerce come lo spazio di connessione tra tutti i punti di contatto tra venditore e acquirente.
La seconda parte del pomeriggio ha visto un chiarissimo Giovanni Cappellotto che ci ha illustrato i principali marketplace, in Italia e in altri mercati emergenti.

Parallelamente, nella sala di Re-marketing, moderata da Fabio Sutto, hanno parlato Gianpaolo Lorusso che ha aperto la sessione pomeridiana ricapitolando e precisando cosa sia il remarketing e quali siano i suoi principali ambiti di utilizzo. Poi ha preso la parola Alice Neirotti, illustrandoci in modo preciso quali sono le funzionalità della piattaforma Criteo per il remarketing.
Nella seconda parte del pomeriggio Justin Cutroni, ha spiegato come utilizzare gli elenchi per il remarketing di Google Analytics e ci ha anche anticipato che presto sarà possibile il remarketing dinamico per hotel e voli.
Infine un sempre ottimo Francesco Tinti, ha spiegato come fare remarketing cross channel e ci ha fatto vedere esempi concreti.

Della seconda giornata ve ne parliamo domani, che adesso bisogna andare a mettere in pratica questi spunti! 😉
Non abbiamo purtroppo ascoltato i relatori delle altre sale, se volete lasciarci un vostro contributo, i commenti sono tutti per voi!