Fashion Blogger, Blogspot SEO 10 e lode

Negli ultimi anni, frequentando nei social amicizie fashion, mi sono ritrovato a rispondere spesso su come ottimizzare un “fashion blog”. Ed il post di oggi nasce dalle tante domande ricevute.

Tra le diverse piattaforme di blogging (WordPress, Joomla, Tumblr, LiveJournal ..), Blogspot è quella più accessibile anche se, sicuramente, non la più adatta a dare visibilità nei motori di ricerca. Detto questo, però, esiste la possibilità di effettuare gli interventi opportuni e rimediare alle carenze SEO (Search Engine Optimization ovvero l’Ottimizzazione per i Motori di Ricerca) della piattaforma di Google per il blogging.

The Fashion Princess, Fashion Blogger 10 e lode

The Fashion Princess, Fashion Blogger 10 e lode

E’ da notare poi che nell’ambito fashion Blogspot è tra le piattaforme più usate: ogni 4 fashion blogger in media 3 usano la piattaforma di Google per il blogging. Questo post è quindi rivolto a tutte le fashion blogger o aspiranti tali che si ritrovano a gestire il proprio blog su Blogspot.

1 step – L’importanza della tua identità

La piattaforma di blogspot presenta un serio problema lato motori di ricerca perché a seconda di dove si trovi l’utente, lo stesso visualizzerà il dominio con “un’estensione diversa” (tecnicamente un “tld” differente).

Se mi collego dall’Italia accederò a nomeblog.blogspot.it se mi collego dalla Francia avrò nomeblog.blogspot.fr, dal Giappone avrò nomeblog.blogspot.jp. Raramente rimarrò su blogspot.com.

Questo significa che condividendo un post, lo stesso potrà avere un nome dominio diverso a seconda di dove si trovi la persona che effettua la condivisione. I link entranti, quindi, non punteranno quasi mai al mio vero e principale nome dominio (nomeblog.blogspot.com).

La soluzione preferibile è quindi quella di associare blogspot ad un dominio reale, assolutamente tuo e che identifichi te, il tuo brand, le tue idee, il tuo valore.
La conversione da nomeblog.blogspot.com a nomeblog.it (per esempio) è un’operazione molto semplice. Puoi acquistare un nome dominio su diversi gestori (Godaddy, Aruba, Hostingsolutions per citarne alcuni).

Qui trovi le istruzioni ufficiali di Google

https://support.google.com/blogger/troubleshooter/1233381?hl=it

Una volta che hai comprato il dominio, vai sul tuo blogspot, Impostazioni > Di Base e lì visualizzi il paragrafo relativo a “Pubblicazione”.

Troverai l’indirizzo del tuo blogspot e sotto la frase “+ Configura un URL di terze parti per il tuo blog – Indirizza il tuo URL registrato al tuo blog.”

Clicca il link ed inserisci il nomedominio che hai scelto/comprato comprensivo di www.

A questo punto clicca su Salva.

Visualizzerai un messaggio di errore e due “CNAME”.

Ciascun CNAME si compone di due parti: Nome, etichetta o Host e Destinazione o Rimanda a.

Il CNAME è lo stesso per tutti, il Nome è “www” e la Destinazione è “ghs.google.com”.

Il secondo CNAME è specifico del tuo blog e del tuo account Google, ed è pertanto diverso per ognuno.

Vai al sito web del registrar (Aruba, Godaddy, Hostingsolutions ..) di dominio e individua le impostazioni del DNS (Domain Name System) nel pannello di controllo per il tuo dominio.

A questo punto è necessario immettere i CNAME.

Nel campo Nome, etichetta o Host immetti semplicemente “www” e indica ghs.google.com nel campo destinazione.

Allo stesso modo immetti il secondo CNAME (quello specifico del tuo blogspot).
Immetti un A-record, che colleghi il tuo dominio semplice (nomeblog.it) al tuo nuovo sito effettivo (www.nomeblog.it). Se salti questo passaggio, i visitatori che tralasciano “www” visualizzeranno una pagina di errore.

Immetti il nome di dominio nel formato nomeblog.it ed elenca gli indirizzo IP visualizzati sotto nella sezione “A”. Dovrai creare quattro A-record separati che puntino a quattro diversi IP Google.

216.239.32.21
216.239.34.21
216.239.36.21
216.239.38.21

Trascorse 24 ore (spesso bastano anche un paio d’ore) il sistema nella sezione di Pubblicazione non darà più errore e tutte le vecchie pagine del tuo blog risponderanno però con il tuo nome dominio nuovo.

La tua identità di Fashion Blogger è salva.

2 step – Un’icona della moda o un’icona standard

Desirèe D'Aloia

Desirèe D’Aloia

Un altro step suggerito riguarda l’icona (tecnicamente favicon) che viene visualizzata nella barra del browser (accanto all’indirizzo web). Se sei una fashion blogger, non puoi permetterti che la tua immagine sia associata solamente ad una B.

Se il tuo blog ha un logo, allora procedi come segue.

Loggati sul tuo blog, vai nella sezione Layout e clicca sulla voce modifica nel riquadro “Icona preferita”. Quindi ricordati solo che l’icona deve avere forma quadrata ed il file che carichi non deve pesare più di 100Kb.

3 step – Gli elementi che fanno la differenza

Gli elementi che fanno la differenza nei motori di ricerca sono:

  • l’indirizzo della pagina (la URL)
  • il title di Pagina
  • il meta description
  • l’uso dei tag h1 h2 h3

Questo step è un po’ più tecnico, ma non invalicabile.

Cominciamo col dire che tutti questi elementi dovrebbero essere finalizzati a promuovere nella pagina una o più chiavi di ricerca. Se parlo dei sandali neri di Zara, l’indirizzo del post dovrà contenere nella url qualcosa del tipo “sandali-neri-zara”. Lo stesso titolo del post dovrà riportare le tre parole nel medesimo ordine e così il meta description e almeno il tag h1 si dovrà comportare di conseguenza.

URL

Le url vengono gestite da Blogspot in modo ottimale. Quando editi il tuo post, però, Blogspot ti permette di avere un “permalink” automatizzato (preso dal titolo del post) oppure personalizzato. Se il titolo del tuo post è “Saldi .. saldi .. saldi”, la URL sarà:

http://nomeblog.blogspot.it/anno/mese/saldi-saldi-saldi.html

Considera che Blogspot toglie i caratteri accentati, quindi “società” diventa “societ” e in questo caso varrebbe la pena inserire la lettera a nella url relativa.

A volte conviene inserire nella url altre parole chiave. Questo perché le parole presenti nella Url rappresentano altrettante chiavi di ricerca. Ricordati però di non esagerare. Tre o quattro parole sono già tante.

Anche il title di pagina che in blogspot corrisponde al titolo del post deve essere ottimizzato. Vuoi essere visibile per “sandali neri di Zara”, allora il titolo del post potrà essere “sandali neri di Zara, ecco la stagione primavera-estate 2015.”.

Per chi amasse i numeri, considera che i titoli dovrebbero essere sempre superiori a 40 caratteri e non superare mai i 72 caratteri. L’optimum è di 60 caratteri. Il tutto dipende però sempre da ciò che devi dire o raccontare. I titoli brevi, però sono spesso penalizzati dai motori di ricerca.

Title di pagina

Il title di pagina è anch’esso un elemento “non visibile” all’utente. E’ necessario entrare in “Modello”, quindi “Modifica html”. Cerca la stringa del tag “title”.

<title><data:blog.pageTitle/></title>

Sostituiscila con questa:

<b:if cond=’data:blog.pageType == “item”‘>
<title><data:blog.pageName/> – <data:blog.title/></title>
<b:else/>
<title><data:blog.pageTitle/></title>
</b:if>

 

In questo caso il sistema ribalta la presentazione classica di blogspot.

Da “Nome Blog: Titolo Post” a “ Titolo Post – Nome Blog”

Se i titoli dei post sono estesi forse vale la pena settare la stringa che segue:

<b:if cond=’data:blog.pageType == “item”‘>
<title><data:blog.pageName/></title>
<b:else/>
<title><data:blog.pageTitle/></title>
</b:if>


Meta tag Description

Per i meta tag description, va detto che sono dei tag non visibili lato utente, ma visibili ai motori di ricerca o visualizzando il codice di una pagina web (CTRL+U).

Google utilizza i meta description a corredo del titolo della pagina nella visualizzazione delle ricerche. Se Google non trova nessun meta description cerca di estrarre del testo dalla pagina (di solito il primo paragrafo del testo della pagina).

Pur non essendo un fattore SEO, il meta description contribuisce ad aumentare il “click trhough rate” (CTR), quindi a parità di visualizzazioni, più click e quindi più visite.

Il meta description dovrebbe essere di 156 caratteri, contenere una call to action e ripetere in modo discorsivo la chiave che promuovi già nel titolo del post.

Se non si lavora sulla meta description il rischio è che Google mostri per la Home alcuni titoli di post recenti con la relativa data di pubblicazione.

Il meta description della Home Page del Blog può essere settato da Impostazioni > Di base e compilando il campo “Descrizione”.

Google poi quando la ricerca di un sito è rilevante, aggiunge i “sitelink” ovvero altri link sempre allo stesso sito e li mostra sotto il risultato principale. Se ci fossero dei link non graditi, è possibile “declassare” questi link da Google Webmaster Tools (Aspetto della Ricerca > Sitelink).

E’ consigliabile avere sempre attivo Google Webmasters Tools (WMT) perchè gratuitamente Google informa il proprietario del sito di eventuali pagine con lo stesso titolo, eventuali problemi di accesso al sito, ecc.. https://www.google.com/webmasters/tools/

Per validare il sito in WMT è sufficiente utilizzare la verifica alternativa di Analytics.

Per i meta tag description, verifica che sia attivo.

Verifica se il meta tag sia abilitato andando in Impostazioni > Preferenze di Ricerca.

Trovi la voce “Metatag” Descrizione [Disattivato]

Se è disattivo, clicca su “modifica” e inserisci il meta description per la Home Page.

E’ importante settare il meta tag description della Home Page perchè la Home rappresenta il tuo biglietto da visita e lasciare questo tag alla casualità di Google non è il massimo.

Una volta attivato questo meta potrai editare ogni post che non performa bene, andando a editare nel singolo post (menu a destra) la voce “Descrizione della ricerca”.

Il mio consiglio nella stesura dei testi è di concentrarsi nella creazione di un primo paragrafo che contenga le parole chiave volute e di attestare la lunghezza dello stesso a 156 caratteri e che contenga in se stesso una call to action.

Questo primo paragrafo lo dovrai inserire d’ora in avanti nella voce “Descrizione della ricerca”. Se blogspot non trova la voce inserita, non visualizza il meta tag e tutto resta come prima. Sui nuovi articoli avrai più probabilità di ricevere più click.

H1

E’ necessario entrare in “Modello”, quindi “Modifica html”. Bisogna cercare questa parte del codice. Basta premere CTRL+F e all’interno del form della pagina col codice html si aprirà a destra in alto un form “Search” (nella immagine contrassegnata dalla lettera X).

Prima di effettuare la modifica, salvare il modello della pagina (da poter utilizzare in caso in cui la vostra modifica al codice dia errore).

Pagina Modifica HTML

Pagina Modifica HTML

<a expr:name=’data:post.id’/>
<b:if cond=’data:post.title’>
<h3 class=’post-title entry-title’ itemprop=’name’>
<b:if cond=’data:post.link’>
<a expr:href=’data:post.link’><data:post.title/></a>
<b:else/>
<b:if cond=’data:post.url’>
<b:if cond=’data:blog.url != data:post.url’>
<a expr:href=’data:post.url’><data:post.title/></a>
<b:else/>
<data:post.title/>
</b:if>
<b:else/>
<data:post.title/>
</b:if>
</b:if>
</h3>
</b:if>

 

Sostituendola con questo codice.

<a expr:name=’data:post.id’/>
<b:if cond=’data:post.title’>
<b:if cond=’data:post.link’>
<h3 class=’post-title entry-title’ itemprop=’name’>
<a expr:href=’data:post.link’><data:post.title/></a>
</h3>
<b:else/>
<b:if cond=’data:post.url’>
<b:if cond=’data:blog.url != data:post.url’>
<h3 class=’post-title entry-title’ itemprop=’name’>
<a expr:href=’data:post.url’><data:post.title/></a>
</h3>
<b:else/>
<h1 class=’post-title entry-title’ itemprop=’name’>
<data:post.title/>
</h1>
</b:if>
<b:else/>
<h1 class=’post-title entry-title’ itemprop=’name’>
<data:post.title/>
</h1>
</b:if>
</b:if>
</b:if>

 

In questo modo quando si aprirà la Home Page i titoli dei post del blog avranno il tag h3, mentre quando si apre il singolo post, questo avrà un tag h1 che lo evidenzierà lato SEO.
E’ da notare che se nel post avrai il nome blog in h3 e non più in h1, dovrai intervenire sul codice della pagina cercando di assegnare al tag h3 del post dimensioni e colore dell’h1 della Home Page.

Ultimo consiglio riguarda le statistiche. Anche se blogspot offre le statistiche, utilizza Analytics per ottenere delle statistiche più interessanti e capire quanto il tuo fashion blog sia SEO friendly.

Il codice preso da Google Analytics va inserito prima di questo tag </head>.

Si entra in “Modello” poi si clicca “Modifica HTML” .. e nel form che mostra il codice html si cerca il tag </head> e si incolla il codice di analytics appena sopra.

Una volta fatte queste modifiche il tuo Blog sarà fashion e SEO 10 e lode.

Nota: Un ringraziamento particolare a Desirèe D’Aloia sia per l’amicizia che per la disponibilità nel concedere l’utilizzo delle immagini presenti nel suo blog http://www.thefashionprincess.it/ un fashion blog SEO 10 e lode !