Tag Archives: Google

Segmentare il traffico degli utenti in base al device

Oggi andremo a segmentare la nostra audience sulla base del tipo di device usato per navigare il nostro sito, sia esso un ecommerce o un semplice sito vetrina.

Google Analytics permette infatti di segmentare le nostre visite in diversi modi. Cliccando sulla voce Pubblico si aprirà la tendina relativa a questo specifico sotto-menù. Passiamo quindi alla voce Mobile e clicchiamo su Panoramica. La visualizzazione “percentuale” (icona del grafico a torta) ci offre una istantanea delle tre grandi categorie di “device” che accedono al nostro sito: Desktop, Tablet e Mobile (smartphone e iPhone).

Segmentare con Analytics

ottimizzazione per i motori di ricerca

ottimizzazione per i motori di ricerca e keyword density.

L’idea di questo post nasce da un dibattito che si è tenuto in merito al web marketing a Brescia: il GT Study Days di Brescia, del 15 Marzo 2013. Alla iniziativa hanno partecipato diversi oratori molti dei quali hanno sostenuto come la keyword density (KD) non potesse più essere considerata un fattore SEO e servire quindi nella ottimizzazione per i motori di ricerca.

La SEO o Search Engine Optimization è l’arte di ottimizzare per i motori di ricerca. Si parte da un sito esistente o da sviluppare e si determinano i punti di debolezza dello stesso, cercando di correggerli e trasformarli in punti di forza.

L’obiettivo dell’ ottimizzazione per i motori di ricerca è appunto quello di dare maggiore visibilità al sito oggetto dell’ottimizzazione, cosa che si traduce in migliore posizionamento del sito per una serie di parole chiave all’interno dei risultati di ricerca naturali di Google (SERP di Google, Search Engine Results Page).

SEO sovraottimizzato, Google minaccia penalizzazioni.

Recentemente (10 Marzo 2012) Matt Cutts, capo del team anti spam di Google, ha annunciato che la società della Silicon Valley stà lavorando ad un cambiamento nel proprio algoritmo teso a penalizzare i siti “sovraottimizzati”. A rischio sono ora tutti quei siti che sono stati farciti di link e che hanno un numero eccessivo di link entranti.

L’obiettivo di Google è quello di “innalzare il livello del campo di gioco”, eliminando quei siti che mancano di contenuti e